venerdì 17 gennaio, ore 20,00 – “Fare impresa Sociale nei nostri territori, quale futuro”.
con il Presidente Nazionale di Confcooperative Federsolidarietà Stefano Granata
Presidente di Confcooperative Federsolidarietà, organizzazione di rappresentanza politico-sindacale delle cooperative sociali e delle imprese sociali, che associa 6.250 aderenti con 230mila lavoratori. Dal 2013 a giugno 2019 è stato Presidente del Gruppo Cooperativo CGM, la più importante rete di imprese sociali in Italia. Attualmente ricopre anche l’incarico di Presidente di Cooperjob Spa (Agenzia per il lavoro del Gruppo Cooperativo CGM) e di Abitare Sociale Metropolitano. È membro del Board di Fondosviluppo e Vice Presidente di Social Impact Agenda per l’Italia.

 

giovedì 27 febbraio, ore 20,00 – “Nuove povertà e ruolo della Cooperazione Sociale”.
con il Direttore della Caritas Diocesana Stefano Zucchi
Coordinatore esperto nel settore delle organizzazioni senza scopo di lucro ed istituzioni religiose. Esperto in progettazione per enti no profit, gestione di gruppi di lavoro e di volontari. Attento a dinamiche comunitarie, organizzazione di eventi formativi e divulgativi. Forte propensione all’ascolto attivo e al lavoro di rete. Responsabile di raccolte fondi e attivo nel settore della Responsabilità sociale d’impresa e nei servizi sociali professionali con una recente Summer School focalizzata in Economia proposta dalla SEC- Scuola di economia civile.

marzo, ore 20,00 – “Storie di Eccellenza e Sviluppo del Territorio”
con la Presidente della Fondazione Zegna Anna Zegna
Image Advisor del Gruppo Ermenegildo Zegna, dopo aver ricoperto molteplici incarichi all’interno del Gruppo nell’ambito della comunicazione. Dal 2000 è presidente della Fondazione Zegna, voluta dalla famiglia, naturale proseguimento    delle opere e dell’impegno sociale  del  fondatore Ermenegildo Zegna, industriale e filantropo. Attualmente coordina le attività di promozione e sviluppo dell’Oasi Zegna, creata nel 1993. Un’area montana protetta di 100km2 ad accesso libero, dotata di numerose strutture turistiche a tutela dell’ambiente alpino e della tradizione montana, naturale sviluppo del “Pensiero verde” di Ermenegildo Zegna, che dagli anni 30 finanziò e realizzò, un’imponente opera di valorizzazione ambientale sulle montagne di Trivero sede dell’omonimo Lanificio. Dal 2013 fa parte del Consiglio d’Amministrazione del FAI, Fondo per l’Ambiente Italiano. Dal 2015 del Consiglio di Amministrazione della Fondazione San Patrignano Onlus.