Biblioteca

Il libro è uno strumento per scoprire quello che 
non avrei mai potuto vedere in me stesso ( Marcel Proust)


CENTRO DI DOCUMENTAZIONE SULLA DISABILITÀ
La Cooperativa sociale Domus Laetitiae offre un servizio di documentazione, raccolta dati e informazioni nel campo dell’educazione, della disabilità, del disagio psico-sociale e della cooperazione. Il servizio è rivolto a famiglie, insegnanti, educatori, psicologi, volontari e coloro che per studio o conoscenza personale desiderano fare delle ricerche in questi campi. E’ possibile richiedere incontri con professionisti che, tramite materiale informativo (dvd, libri, riviste), possono recarsi nelle scuole, in gruppi giovanili, in associazioni e svolgere interventi per sensibilizzare sui temi sopra menzionati.

Il servizio si articola in una biblioteca di circa 2700 volumi le cui voci in catalogo riguardano i seguenti temi:

  • Arteterapia
  • Autonomia
  • Barriere architettoniche
  • Cooperazione e terzo settore
  • Counseling
  • Esperienze personali e di gruppo
  • Famiglia
  • Gruppi
  • Informatica
  • Integrazione lavorativa
  • Integrazione scolastica teorica e pratica
  • Introduzione all’handicap
  • Legislazione
  • Letteratura italiana e straniera
  • Letteratura per ragazzi
  • Medicina
  • Politiche e servizi sociali sanitari
  • Professioni
  • Psicologia
  • Psicologia dell’età evolutiva
  • Psicomotricità
  • Riabilitazione
  • Scienze dell’educazione
  • Sessualità ed affettività
  • Sociologia
  • Sport
  • Tesi
  • Test
  • Tipologie di handicap
  • Volontariato

Sono disponibili riviste di carattere psico-pedagogico, di politica socio-sanitaria, di riabilitazione e di associazionismo.

 

 

 

 

 

Recensione del mese di ottobre

Le Ferite
A.A.V.V. –
Einaudi 2021
Collocazione: LET NAR FER

Medici Senza Frontiere viene fondata nel 1971 in Francia per rispondere all’appello di due giornalisti, Borel e Bernier, colpiti dalle gravissime conseguenze della guerra in Biafra.

Nasce così un’equipe medica con volontari e giornalisti pronti a partire con immediatezza e professionalità in caso di conflitti e catastrofi. Lo scopo è salvare vite ma anche raccontare e denunciare.

Negli anni ’80 diventa organizzazione internazionale e nel 1999 riceve il Nobel per la Pace come “riconoscimento al lavoro umanitario pionieristico realizzato in molti continenti”.

Nel 1993 si inaugura la sezione italiana.

Quest’anno si celebrano i 50 anni della nascita e 14 grandi autori hanno scritto e donato un racconto per un libro corale (con l’acquisto si sostiene la Fondazione).

Nel titolo, “Le ferite”, troviamo l’idea che sta alla base: si narra di primi soccorsi di tipo sanitario, altri autori invece, ci parlano di ferite dell’anima, della dignità, che richiedono altre cure, altri balsami, anche solo di essere posti all’attenzione dell’opinione pubblica.

Ormai l’emergenza non è solo più in zone di guerra ma dentro le nostre belle città, nel quartiere, nelle nostre case.

Arricchire la nostra biblioteca con quest’opera ci ha dato modo di contribuire ad un Progetto di Cura che Domus Laetitiae, per sua vocazione, pone come base essenziale nel suo lavoro quotidiano.