“I giardini venuti dal vento”

di Maria Gabriella Buccioli – Ed. Pendragon

Collocazione: TE VAR BUCCMG

Il libro che presentiamo questo mese parte da un sogno nel cassetto.

L’avventura di Maria Gabriella nasce nel 1980 quando decide di lasciare l’insegnamento, e pure il lavoro teatrale sulle fiabe per i bambini, per recuperare una proprietà di famiglia sull’Appennino bolognese e creare quello che diventerà ‘i giardini del Casoncello’.

Il progetto iniziale riguarda la voglia di vivere secondo ritmi più naturali per una migliore qualità di vita. Innanzitutto accogliendo quelle piante spontanee nate da semi portati dal vento e introducendo piante raccolte in terreni abbandonati nella zona affinché sembri il più possibile spontaneo.

L’autrice molto presto sperimenta come il giardino fornisca una grande quantità di energia creativa che poi convertirà in vari progetti: il lavoro con l’Istituto di agraria della zona, percorsi ludici per bambini per avvicinarli al mondo delle piante e, infine, l’apertura al grande pubblico che ancora oggi ha molto successo anche se richiede grandi sforzi e impegno lavorativo.

Con la descrizione del giardino e delle sue piante, l’autrice intreccia storie di vita quotidiana e di amicizia nate attorno all’amore condiviso per la Natura. Molti visitatori portano in dono semi e piantine del proprio giardino o, torneranno in seguito come volontari per prestare la propria opera.

Curiosando sul web si scopre che dal 2012 il Casoncello è diventato una Fondazione perché, come recita la motivazione “dopo anni di lavoro e dedizione alla Comunità possa in futuro diffondere l’amore per la Natura e il rispetto dell’ambiente”.

Non tutti siamo in grado di iniziare un’avventura più grande di noi, ma è sempre possibile condividere il sogno di qualcun altro.